Pubblicato da il

Ogliastra Sardegna: che cosa c’è da vedere? Qual è il periodo migliore per visitarla?

Viaggiare è uno dei principali desideri dell’uomo che, per l’intero anno, ha lavorato per molti mesi.

Prendersi una vacanza è molto spesso l’obbiettivo di molte persone e spesso ne vale la pena.

Di solito molti vanno all’estero per vedere nuove città d’arte, ma anche in Italia la bellezza non manca, infatti molti posti possono ospitare molti turisti sia italiani che stranieri e permette a loro di ammirare un diverso posto che ancora non conoscono.

Una meta molto gettonata da molti è la Sardegna, precisamente Ogliastra.

Ecco cosa c’è da vedere in questa città e qual è il periodo migliore per andarci in vacanza.

Che cosa c’è da vedere?

Come scritto prima, Ogliastra si trova in Sardegna, precisamente nella parte centrale est.

È una città in provincia di Nuoro ed è bagnata dal Mar Tirreno.

La Sardegna, data che è un’isola, è circondata da molti mari, le spiagge sono famose in tutto il mondo per il loro colore dell’acqua e anche per i bellissimi paesaggi da lasciare senza fiato.

Ecco quali sono altri posti accessibili al pubblico e che sono da non perdere.

  1. Nella zona boscosa e naturale di Ulassai si trovano paesaggi naturalistici molto belli, ma chi la fanno da padrona sono senza dubbio le Cascate Lequarci e Lecorci.
    Alte circa 50 m e larghezza circa 70, sono due cascate più importanti che si possono trovare nell’isola, la prima nasce grazie al rio Lequarci, provenienti dall’altopiano di Baulassa, mentre la seconda nasce dalle Grotta di Su Marmuri.
  2. Nel comune di Baunei, piccolo borgo sardo, si trova la Torre di Santa Maria Navarrese, una torre che affaccia sul mare costruita tra il 1578 ed il 1584, prima era alta  10 m e poi con le varie ristrutturazioni fu alzata fino a 14 m.
    Grazie alla sua posizione era un perfetto punto strategico adibito alla vigilanza e alla guardia, infatti era provvista di 2 cannoni.
  3. In provincia di Ogliastra si trovano anche due paesi, chiamati Gairo e Osini Vecchio, essi sono famosi per una disgrazia avvenuta nel 1951, periodo in cui avvenne una tremenda alluvione che fece scappare tutti gli abitanti.
    Ora questi due paesi sono chiamate città fantasma perché hanno resistito al maltempo e nessuno è tornato più da abitarci.
  4. Molte sono le spiagge col bellissimo mare ed acqua cristallina, ma forse la spiaggia più bella che si trova ad Ogliastra è senza dubbio la costa di Baunei.
    Costa lunga più di 40 kg con bellissimi tratti da cale e sentieri selvaggi sentieri che riportano sempre al mare.
  5. Ad Arbatax, frazione di Tortolì, si trova un suggestivo monumento naturale chiamate Rocce Rosse di Arbatax, esse sono rocce alte 15 m circa di colore rosso lavico.
    Esse derivano da una miniera naturale nata per via di un’eruzione.
    In molti punti sono anche incastrate altre tipi di rocce e pietre, per la loro particolare forma vengono chiamate anche “Cattedrale nel mare“.
  6. In provincia di Ulassai si trova la Grotta de Su Marmuri, essa è considerata come una delle più imponenti grotte d’Europa, si estendono a più di 850 m e sono alte 40 m, mentre il percorso che si può fare al proprio interno è lungo 70 m.
    Sono presenti 200 scalini che danno inizio alla scoperta interna della grotta, all’interno si trovano anche grandi e lunghe sale dove si possono ammirare stalagmiti e stalattiti naturali

Qual è il periodo migliore per visitarla?

Di solito l’estate è il periodo migliore per visitare un posto come Ogliastra, il bellissimo mare e le bellissime città di provincia sono imperdibili e bisogna approfittarne nel periodo in cui si possono fare i bagni, rilassarsi e anche vestirsi comodi.

Ma anche durante le altre stagioni si può visitare sia Ogliastra che la Sardegna, anche senza stare in spiaggia oppure per ammirare il mare anche in inverno.