Pubblicato da Federica il 11 Marzo 2021

Resine per vernici: come si ottiene il copale? Come viene usato?

Quando si vuole cambiare colore alle pareti ad una casa nuova oppure ad una stanza sola, la scelta delle vernici è quella più importante di tutti, a meno che non si desidera il solito bianco.

Molto spesso se sti tratta di camere per bambini o adolescenti le scelte sui colori è ampia ed importante sia perché dietro ogni colore c’è un’azione, nel senso che i colori caldi aiutano a muoversi di più, i colori freddi a rilassarsi ed i colori neutri a concentrarsi.

Se non si vuole scegliere la solita vernice per pareti industriale si può scegliere tra quelle naturali e vegetali che sono nuove sul mercato e offrono un ottimo servizio.

Come si ottiene il copale?

Molto famosa per quanto riguarda le resine vegetali il copale non è solo un bellissimo color giallo ambra, ricorda molti infatti il minerale antico e storico grazie al quale si possono riprodurre gioielli, ma è un ingrediente importante per la vernice vegetale.

Questa speciale e nuova vernice è nuova sul mercato e quindi una novità per chi lavora nell’ambito delle vernici e anche per chi svolge l’attività di imbianchino a pagamento.

Il copale è un blocco di resina di varie dimensioni, a seconda della quantità che serve alla persona, viene venduta a peso e poi sciolta in appositi posti che aiutano a separare la resina dall’olio di copale.

Questo speciale liquido sarà indispensabile per la vernice desiderata, questo speciale olio è un solvente molto utile per queste nuove resine vegetali, solo che ne basta una percentuale del 30% circa.

Ovviamente altre materiali e liquidi serviranno a questa resina sia a non perdere il colore, e quindi a durare nel tempo, e anche a non avere un odore troppo chimico o troppo strano dopo che si è asciugata alla prima passata.

Gli altri materiali sono sempre l’acqua ragia, il benzolo, il cloroformio, l’etere, l’alcool e l’acetone, grazie a questi ingredienti è possibile fare una resina che alla prima passata mantiene il colore acceso, anche se si tratta di una resina vegetale.

Ovviamente ci sono coppali diversi: si va dai duri fino ai semiduri, lo scioglimento per ottenere l’olio però è un’operazione abbastanza veloce e creerà una vernice a base vegetale perfetta.

Come viene usato?

Come scritto prima, questa vernice può essere utilizzata per dipingere le pareti di casa o di una stanza, ma con altri materiali richiesti può essere usata anche per dipingere qualche altra cosa come la ringhiera del proprio cancello, ovviamente viene aggiunta pure l’antiruggine, e anche alle ringhiere delle finestre per dar loro una nuova vita.