Pubblicato da Daniele il 4 Gennaio 2016

Forex e tassi di cambio: un sistema di investimento profittevole

Come molti sanno, il guadagno con il Forex (abbreviazione di Foreign Exchange Market) si basa sui tassi di cambio, meccanismo che regola il flusso delle valute internazionali nei mercati mondiali e che consente di effettuare degli investimenti realizzando dei profitti interessanti.

Cosa sapere del Forex

Anche chi non possiede familiarità con questo strumento finanziario e con le piattaforme di trading online avrà sperimentato questo sistema durante un viaggio all’estero, al momento del cambio di moneta direttamente giunti in aeroporto: rivolgendosi all’apposito servizio al desk, gli euro vengono cambiati nella valuta locale in base ad un tasso di cambio esposto nel pannello e pagando un costo di commissione; al momento della partenza verso casa, si effettua la stessa operazione, questa volta convertendo la moneta locale in euro e, se il tasso sarà cambiato considerevolmente, si potrà incorrere in una lieve perdita o guadagno a seconda dell’andamento della quotazione.

Traducendo questa operazione nel linguaggio del trading online, le due valute interessate nel cambio vengono indicate come coppia valutaria, detta anche cross; il desk al quale ci rivolgiamo è il broker, ossia la società di intermediazione finanziaria con la quale abbiamo aperto un conto, il display che visualizza le informazioni è equiparabile all’interfaccia sul nostro computer e i costi di commissione rappresentano lo spread, ossia la quota degli importi investiti che la piattaforma trattiene sulle nostre transazioni, generalmente corrispondente a pochi pips, l’unità di misura delle quotazioni valutarie.

GuadagnareConIlForex.com ci spiega per filo e per segno che cosa è il Forex e soprattutto come utilizzare i tassi per trarre profitti considerevoli, ed è per questo che vi consigliamo di approfondire lì la questione.

Il fine del trading Forex

È ovvio che con il trading online lo scopo del cambio valutario non è ottenere della valuta spendibile nel paese di destinazione di un viaggio, bensì la speculazione sui cambi finalizzata alla realizzazione di un profitto. A tale scopo, il broker mette a disposizione del trader numerosi cross valutari: quelli che rivestono maggiore importanza nei mercati, i cosiddetti “major”, includono sempre il dollaro americano e l’euro, ossia le due monete che veicolano le liquidità più ingenti, insieme alla sterlina britannica, lo yen giapponese e il franco svizzero. É poi possibile operare con le “minor”, le coppie con valute meno “tradate” ma pur sempre rilevanti nell’ambito della finanza mondiale, come il dollaro australiano e canadese. Infine ci si può concentrare sulle coppie esotiche, costituite dalla combinazione di monete meno utilizzate e generalmente appartenenti alle economie dei paesi emergenti, come ad esempio il rublo.  Operando su tutti questi cross, a seconda dei vari tassi di cambio da monitorare con attenzione, sarà possibile ottenere dei guadagni, utilizzando gli strumenti messi a disposizione dalla piattaforme.

Lascia un commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *