Pubblicato da Claudia il 3 aprile 2018

I monumenti più belli di Roma

Roma è, in pratica, un monumento a cielo aperto: questa città è passata sotto il dominio di imperatori romani e papi, ed è stata “celebrata” nelle opere di diversi autori, italiani (come Gabriele D’Annunzio) e stranieri (come Henry James). Per visitarla tutta, non basterebbe una vita…

I monumenti più famosi

Se si parla dei monumenti che non si può mancare assolutamente di visitare, quando si arriva nella Città Eterna, non si possono di certo escludere quelli risalenti all’epoca romana, ovvero il Colosseo, il Circo Massimo, i Fori imperiali, il Pantheon, la colonna Traiana e le terme di Caracalla.

Non si può nemmeno non visitare l’Ara Pacis, eretta nel 13 a.C. da Augusto, assistendo a un connubio tra arte antica e contemporanea.

Così come non si può mancare di visitare la fontana di Trevi e diverse piazze, come piazza Venezia, dove si trova il Vittoriano, piazza Navona, fatta costruire dalla famiglia Pamphili, o piazza di Spagna, con la scalinata di Trinità dei Monti, tutti centri della vita romana.

E come si può escludere anche la basilica di San Pietro, nella Città del Vaticano, e passare a vedere anche la Cappella Sistina e i musei vaticani? Per non parlare di tutte le grandi chiese.

Chi ama passeggiare nel verde, non può non recarsi a Villa Borghese, il parco più grande di Roma, in cui si possono ammirare, oltre al laghetto artificiale e al Bioparco, delle statue neoclassiche, fontane ed altre costruzioni.

Si potrebbe anche ammirare il Palazzetto Zuccari, situato tra la via Sistina e quella Gregoriana. Federico Zuccari, il suo primo padrone, voleva che diventasse un convitto per artisti, ed aveva decorato il suo interno con degli affreschi.

Roma di notte

Se si pensa che la vita diurna a Roma, offra diverse possibilità di andare a visitare dei monumenti, non lo è da meno di notte. Ad esempio, una casa da fare a Roma, almeno una volta nella vita, è di passeggiare di notte nei giardini di Castel Sant’Angelo, ripercorrendo la stessa strada di molti papi, come Alessandro Borgia o Clemente VII.

Lo stesso vale per la cupola di San Pietro: ammirarla di notte può diventare uno spettacolo veramente magico, perché è sempre illuminata nella parte centrale, e con un cielo limpido, se ci si avvicina, nella giusta strada, sembra quasi che rimpicciolisca.

Durante l’estate, di sicuro è piacevole recarsi a Villa Ada, dove è possibile ascoltare dei concerti, nelle notti d’estate, in un luogo davvero suggestivo.

Lascia un commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *