Pubblicato da Federica il 3 Luglio 2020

L’agnello rimbalzello: di cosa parla? Trama del cortometraggio

Quando la Pixar era ancora una casa di produzione cinematografica basata sui cartoni animati metteva sempre un cortometraggio prima del film, uno di questi piccoli spezzoni molto belli e sempre diversi si chiama “L’agnello Rimbalzello“.

Questo è basato su una storia di un piccolo agnellino dal manto bellissimo e di un bianco brillante che, per ironia della sorte, dopo che è stato tosato la prima volta perde la sicurezza che ha in lui ma la speranza arriva sotto forma di un altro personaggio. Ecco le maggiori informazioni di questo mini cartone.

Di cosa parla?

Come scritto prima, la storia di per sé tratta di un agnellino che vive in una radura vicino a un bel laghetto, lì non è da solo, molti altri animali vivono vicino e intorno a lui e ogni giorno si fanno compagnia con allegria perché l’agnellino dal manto bianco e bellissimo sa ballare il tip tap mettendosi a due zampe.

L’agnello rimbalzello è stato creato nel 2003, la Disney l’acquista nel 2006, ed inserito nel dvd degli “Incredibili – una famiglia di super eroi”; con questo cartone non c’entra molto, ma la Pixar era, e è ancora, famosa per mettere questi spezzoni di cartoni con vari messaggi dietro.

L’agnellino infatti rappresenta la vita che prima si è felici per quello che si possiede e, quando questo ci viene portato via, si subisce un cambiamento negativo, lasciando spazio alla tristezza e alla disperazione.

Questi stati d’animo si possono capire anche dal cambiamento del tempo: quando l’agnellino è felice il tempo è soleggiato e luminoso, quando invece è triste si mette a piovere; per fortuna che non passa molto tempo che arriva un nuovo personaggio che porta con sé sia il bel tempo e sia una nuova possibilità per il piccolo agnello.

Trama del cortometraggio

La storia è narrata in rima ed è perfetta per i bambini di età scolare, infatti il tono del narratore/doppiatore è allegra, al ritmo della colonna sonora e anche ferma mentre racconta la storia di questo agnellino.

Un bellissimo cucciolo dal bellissimo manto bianco e lucido come la neve, grazie a quello che ha l’agnellino si sente felice e orgoglioso, inoltre dalla forte emozione che prova si esprime ballando il tip tap con gli zoccoli. In questo cartone sono belli anche i rumori che fa l’agnellino mentre balla, il verso di altri animali come il gufo e il sonaglio di un serpente che è allegro sentendo i passi dell’agnellino.

Le sue giornate sono tutte uguali, tutte allegre e spensierate finché non arriva un cambiamento che è simboleggiato da un camioncino, dentro ci sono due uomini che non si vedono tranne per una mano che, afferrano e tosano l’agnellino, lasciandolo nudo con la sua pelle.

Quando il camioncino se ne va tutto cambia per l’agnellino, sente intorno a lui degli schiamazzi e risate, sono gli animali che prima erano allegri e ora lo stanno prendendo in giro per il suo aspetto strano.

Questo fa star male il piccolo che, oltre a essere triste e amareggiato, anche il tempo cambia e si mette a piovere, così lui è costretto a rifugiarsi sotto una roccia, vergognandosi di ciò che è e triste per aver perso sia il suo manto che il rispetto degli amici.

Non passa molto tempo che si sente un rumore diverso da prima e fa il suo ingresso un lepronte, questo personaggio in realtà è un animale immaginario presente in alcune favole statunitensi, si tratta di una lepre con le corna e, mentre salta, porta con sé il bel tempo nella radura dove abita l’agnellino.

I due personaggi si incontrano e parlano, il piccolo agnellino racconta che per via di quello che ha perso ha perso la stima degli amici; il lepronte lo incoraggia dicendogli che mantello o no lui è una creatura speciale e che nessuno deve prenderlo in giro per com’è ora.

Questo animale infatti rappresenta la saggezza nell’accettare un cambiamento bello o brutto che sia, una delle cose che bisogna sempre fare in questi casi è adottare nuove strategie per andare avanti con la propria vita e gli dice anche come: saltando.

Grazie a questo nuovo modo di giocare, l’agnellino ritorna ad essere felice, gli altri amici animali ritornano a giocare con lui e poi si nota che il tempo passa perché mentre salta il manto gli ricresce. Anche quando il camioncino ritorna lui è pronto a farsi tosare, accetta questo nuovo cambiamento e, una volta finito, riprende a saltare allegro.