Pubblicato da Daniele il 22 Dicembre 2015

Investire in azioni nel 2016 è facile e sicuro

Tra i tanti propositi per il nuovo anno, si potrebbe pensare di prendere in considerazione quello di dedicarsi al trading online. In effetti investire in azioni nel 2016 è facile e sicuro, se ci si affida al broker giusto.

Gli investimenti nel nuovo anno

Lo sviluppo di internet, dei servizi bancari di home banking e delle piattaforme di trading ha reso l‘apertura di un account presso una piattaforma un’attività semplice e lineare: occorre solamente possedere un computer (ma anche uno smartphone o un tablet), una connessione ad internet, un capitale (che potrà essere anche ridotto, intorno ai 100 euro) ed un metodo per versare e prelevare le somme di denaro dal conto. In poco tempo, dopo l’invio dei documenti d’identità alla società di trading, si riceverà la conferma di attivazione del proprio account e si potrà iniziare a “tradare” sui mercati internazionali. Ovviamente si consiglia di scegliere solo broker certificati, in modo tale da essere certi circa l‘affidabilità della piattaforma e la sicurezza in cui verrà gestito il nostro capitale.

Chi vorrà investire i propri soldi nella compra-vendita di titoli e futures, come spiegano da InvestireInBorsa.me, potrà farlo focalizzandosi sullo strumento dei CFD, che offre la possibilità di ottenere dei rendimenti speculando sul valore delle azioni. Una delle caratteristiche principali di questa funzionalità consiste nel operare su un sottostante e ricavarne profitti in base alle oscillazioni del suo prezzo, senza doverlo necessariamente possedere, come accade invece quando si acquisiscono delle azioni con le procedure tradizionali. Il trading con i CFD è molto più pratico di quest’ultima opzione, in quanto si basa su meccanismi a breve termine, che si rivelano inoltre più redditizi per la mancanza di spese amministrative e di gestione del titolo sul quale si opera.

Inoltre, sempre con i Contracts For Difference, è possibile usufruire di un ulteriore strumento messo a disposizione dai broker, ossia la leva finanziaria. Questa funzione consente di ampliare considerevolmente il profitto che si può trarre dagli investimenti azionari, attraverso la moltiplicazione dell’importo impiegato e la conseguente lievitazione della potenziale resa. Si tratta comunque di uno strumento da utilizzare con attenzione, in quanto anche le eventuali perdite risulteranno amplificate, generando così dei passivi che potranno richiedere l’integrazione del deposito al fine di ripianarle.

Lascia un commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *