Pubblicato da Federica il 22 Settembre 2020

Cicatrene: cos’è, a cosa serve, dosaggi e controindicazioni

Quando un bambino, o una persona si fa male e ha come conseguenza un’escoriazione si deve pulire e disinfettare subito la ferita o si avrà come conseguenza un’infezione, questo solo nei casi più gravi.

Anche le scottature da sole o da cose calde possono favorire la formazione di infezioni se non vengono subito curate quando però il bruciore passa.

In molti casi non si hanno le medicine giuste, a parte il disinfettante, ma un aiuto davvero importante lo può dare Cicatrene.

Un medicinale da banco facilmente reperibile in qualsiasi farmacia senza il bisogno della prescrizione del medico e, una volta letto i benefici che dà, si potrebbe pensare bene di tenerlo nella propria scatola dei medicinali.

Cos’è a cosa serve?

In poche parole, e come scritto prima, Cicatrene è un medicinale classificato nella categoria antibatterica e antibiotica perfetta per piccole ferite o ustioni, dato che è vendibile in crema non bisogna assumerla oralmente ma bisogna semplicemente applicarla nella zona interessata dopo che smette di sanguinare.

Se si tratta di un taglio, di bruciare se si tratta di un’abrasione o di una ustione.

Contiene cinque principi attivi che aiutano le diverse tipologie di ferite:

  • Cisteina, glicina e treonina: questi sono aminoacidi che aiutano la guarigione dei tessuti (es. la pelle);
  • Neomicina e Bacitracina: essi sono antibiotici che disinfettano e proteggono la pelle da infezioni batteriche.

Dato che si tratta di un semplice medicinale da banco, costa anche poco, infatti non supera i 9 €, ma sua azione è davvero efficace e utile in molti casi, è un ottimo stimolante per aiutare la riparazione dei tessuti cutanei dopo vari traumi, è anche efficace in presenza di rossori sulla pelle derivati dopo una botta senza la fuoriuscita di sangue.

Oltre in pomata è possibile trovarla in bomboletta spray, è efficace in ogni modo.

È sempre utile averlo in casa ma prima bisogna far passare alcuni giorni prima di metterla su una ferita.

Dosaggi e controindicazioni

Se non si sa usare questa pomata ecco alcuni consigli sul disaggio, applicare un sottile strato di crema almeno due volte al giorno dopo aver pulito la ferita e si deve medicare, non coprirla subito coi bendaggi o cerotti, aspettare che la pomata si asciughi e che la pelle l’assorba, così il suo lavoro di cicatrizzazione può avvenire.

In caso di ustioni è meglio applicare lo spray così l’azione del massaggio non darà troppo fastidio alla persona, al contrario sentire il medicinale in questo modo ha pure un effetto rinfrescante e verrà assorbito meglio.
È sconsigliato usarla in presenza di ulcere o ferite troppo estese.

Può capitare che dopo l’applicazione si scopre che si può essere allergici ad alcuni antibiotici che sono contenuti nella pomata, in questo caso è meglio o non acquistarlo o non continuare l’applicazione perché potrebbe fare ancora più male.

Non usare Cicatrene sugli occhi o su infezioni nella zona dell’orecchio, non usare su ulcere o su escoriazioni troppo estese, su ferite da bruciature e su dermatiti da pannolino, anche se si tratta di un neonato prematuro.

Loro hanno i reni molto deboli e questo medicinale potrebbe compromettere il loro sviluppo completo; per quanto riguarda i neonati o i bambini che usano ancora il pannolino, è meglio applicare il medicinale ma non mettere subito il pannolino se la ferita è in quella zona.

Il pannolino è una specie di bendaggio e non aiuta l’assorbimento della medicina.

Inoltre se si stanno assumendo altri antibiotici e farmaci, anche in modo orale, si potrebbe scatenare una reazione negativa, bisogna informare prima il medico o il farmacista che si hanno altre medicine che sono state prescritte.

Anche in caso di gravidanza o allattamento è meglio chiedere consiglio al medico o al farmacista sulla possibile assunzione e uso del medicinale.
Gli effetti indesiderati di un sovradosaggio o di un uso eccessivo di questo medicinale potrebbero comportare i seguenti disturbi:


• Infezioni persistenti,
• Allergia a carico degli occhi, delle orecchie e alle labbra,
• Arrossamenti e prurito;
• Gonfiamenti della cute nella zona dell’applicazione;

Non sempre però si avvertono questi sintomi strani, in caso contrario interrompere subito l’uso del medicinale e andare direttamente dal medico curante.