Pubblicato da il

Pistoia: dove si trova, storia della città e monumenti

L’Italia è uno dei paesi in cui è molto forte il turismo, gli stranieri infatti vengono a visitare il Bel Paese non solo perché c’è buon cibo ma perché le città sono piene di monumenti storici che rendono ancora più bella la città.

Che sia una città del nord, del sud o del centro Italia, i turisti rimangono affascinati da molte cose e anche dalla calorosità che danno i paesani. Inoltre per fare un viaggio con varie tappe è meglio controllare prima su internet cosa c’è d’interessante in una città italiana e date così un itinerario per non perdere nulla. Parliamo della città di Pistoia, ecco tutte le sue informazioni più importanti in caso si volesse fare una vacanza lì.

 

Dove si trova?

Pistoia è una città che si trova nella regione Toscana, ha una popolazione di circa 90.605 abitanti, secondo gli ultimi risultati demografici, e ha diverse province:

  • Agliana;
  • Alto Reno Terme;
  • Cantagallo;
  • Lizzano in Belvedere;
  • Marliana;
  • Montale;
  • Quarrata;
  • Sambuca Pistoiese;
  • San Marcello Piteglio;
  • Serravalle Pistoiese.

Storia della città e monumenti

Pistoia nacque nel II secolo a.C., all’inizio era una città prevalentemente etrusca ma poi i romani la conquistarono togliendo l’impero ligure e fondarono così le prime oppidum romane, ovvero una città fortificata senza un confine sacro. Il nome Pistoja, inizialmente, è stato ritrovato in molti documenti storici come quello della battaglia avvenuta nell’anno 62 a.C. in cui viene nominato anche Catilina, senatore e militare romano famoso per il tentativo di sovvertire la Repubblica romana e il potere del Senato. Nel V secolo poi venne conquistata dai Goti, Franchi, Bizantini e Longobardi e divenne una delle sedi vescovili, poi venne distrutta dall’impero germanico di Radagaiso e nel VII secolo, grazie alla dominazione dei longobardi divenne una città vera e propria. Durante gli anni 1105 e 1117 divenne un comune italiano e venne anche approvato dallo statuto dei consoli del Comune di Pistoia. Nella storia della città fu duratura l’alleanza con Siena perché la posizione geografica di Pistoia favoriva molti scambi commerciali tra le città. Il Santo Patrono della città è San Jacopo, fu trovato un documento datato 849 d.C. in cui i pistoiesi, temendo di essere invasi di Saraceni che erano arrivati alle porte di Roma, chiesero aiuto all’apostolo e invocarono la sua protezione. La città venne risparmiata e, grazie a questa grazia, San Jacopo venne eletto come patrono ed edificarono la Chiesa di San Jacopo in Castellare, inoltre venne scelto anche il giorno nel calendario in cui di poteva festeggiare il santo ed è dal 1170 il 25 luglio. Altri monumenti importanti che si trovano nella città di Pistoia sono:

  • La Cattedrale di San Zeno costruita durante il Medioevo, due volte venne distrutta a causa di due pericolosi incendi ma venne sempre ricostruita.
    Al proprio interno è presente l’altare di San Jacopo realizzato tra il 1288 e il 1457.
  • La Torre di Catilina, monumento altro più di 30 m e, secondo una leggenda, è il luogo dove fu seppellito il generale Catilina.
  • il Battistero di San Giovanni, è un monumento in stile gotico a forma ottagonale con una cupola molto particolare.
  • Il campanile del Duomo, antica torre dall’origine longobarda ed in stile romanica, fu costruita nel XII secolo e a causa di vari terremoti venne sistemata più volte.
    Ha un’altezza di 70 m circa.
  • il Palazzo del tribunale o Palazzo Pretorio è un monumento sempre in stile gotico ed è molto famoso per la presenza di un cortile interno dove sono presenti molti stemmi dei magistrati.
  • Il Palazzo dei Vescovi fu costruito intorno all’ano 1000 prima fu la principale residenza dei vescovi poi fu trasformato in un museo perché furono fatti degli scavi nelle fondamenta e vennero ritrovati vari resti dell’antica città etrusca che era prima, ora è aperto al pubblico.